canoa

Il SUP Gonfiabile: la Guida Definitiva alla Scelta del Modello Migliore per Te

Su internet trovi tanti siti e blog che parlano del SUP gonfiabile. Molti di questi siti però non ti spiegano cosa è un SUP. Certo, ti dicono che un SUP è una stand up paddle. Ma se non ne hai mai usata una, tu forse leggi e non capisci cosa è una stand up paddle. Anche se l’ultima volta che sei stato al mare o al lago, l’hai vista: si tratta di quelle tavole su cui si sta in piedi, remando con una pagaia. Alcuni, poi, montano anche una vela per andare più veloci. Tutto qui.

In questo post, ti presentiamo gli otto migliori modelli di SUP. Dopo averli descritti con foto ed anche qualche video, ti spieghiamo anche cosa devi considerare prima di scegliere un SUP gonfiabile.


1. Aquaparx SUP

Lo Aquaparx è un SUP gonfiabile di primo prezzo, molto popolare tra quanti stanno iniziando ad avvicinarsi al mondo dello stand up paddling, sia per divertirsi, che per compiere in futuro il salto di qualità verso il surf.

Lo Aquaparx ha una lunghezza di 3,5 metri, per un’ampiezza di 76 cm ed un’altezza di 10 cm. E’ ideale per un adulto, grazie alla sua portata massima di 100 chili. Nella confezione trovi:

  • il SUP
  • una pinna rimovibile
  • una pagaia in alluminio
  • un guinzaglio
  • uno zaino per il trasporto del sup
  • una pompa a mano con manometro

Grazie alla valvola Boston il gonfiaggio del SUP Aquaparx richiede solo pochissimi minuti. Il nostro consiglio è di gonfiare la tavola fino ad una pressione massima di 1 bar. La superficie della tavola è rivestita in un robusto tessuto antiscivolo a nido d’ape, che garantisce un appoggio sicuro e stabile anche ai meno esperti.

Sul davanti del SUP Aquaparx trovi una rete elastica, che ti permette il trasporto di piccoli oggetti, o anche di riporre la pagaia, se vuoi semplicemente usare il SUP per lasciarti trasportare dalle onde. Anche se il SUP è molto diverso dal kayak o dalla canoa, il consiglio che diamo a tutti, ma soprattutto ai principianti, è di non lasciare mai la pagaia quando sei sul SUP. Certo, forse pensi che se lasci la pagaia alla fine non succede nulla: per tornare a riva puoi anche sdraiarti sul SUP e “remare” con le braccia. Si tratta di un discorso valido se ti trovi ad un paio di centinaia di metri dalla riva, ed in acqua non ci sono forti correnti. Ma prova ad allontanarti in SUP anche soli cinque chilometri, ed a dover rientrare a riva a forza di braccia mentre le onde e la corrente ti sballottano…


2. Fit Ocean Malibu

Il modello di SUP gonfiabile Malibu della Fit Ocean è una delle tavole più economiche in circolazione. Ad onta del prezzo, abbiamo una tavola da SUP molto curata e robusta. Nel progettare questo SUP, Fit Ocean infatti ha curato soprattutto la resistenza del prodotto. Considera che lo spessore medio del SUP è di circa 10 centimetri, mentre qui abbiamo una tavola spessa 15 centimetri, che quindi offre una maggiore stabilità.

Rispetto agli altri modelli di SUP gonfiabili, lo speciale PVC usato per la fabbricazione della tavola la rende molto rigida, e perfetta quindi per il mare, ma anche per i laghi. Si tratta di un SUP abbastanza facile da manovrare sulle correnti, ed anche veloce.

Nella confezione trovi:

  • il SUP
  • una pagaia in alluminio a tre pezzi con manico ergonomico in polipropilene, dalla lunghezza regolabile dai 160 ai 220 cm
  • una pompa a doppia corsa
  • uno zainetto per custodire la tavola
  • una pinna centrale

Il Fit Ocean Malibu è lungo 3 metri per un’ampiezza di 76 cm, ed ha un peso di 8 chili. Secondo noi si tratta di un SUP gonfiabile ideale per i principianti, o anche per gli esperti che di tanto in tanto amano regalarsi un’uscita ludica o di semplice fitness.


3. Aqua Marina Breeze

Lo Aqua Marina Breeze è un SUP gonfiabile prodotto dalla notissima casa. La grandissima comodità di questo SUP è nel suo essere immediatamente pronto all’uso. Infatti, nella confezione trovi:

  • il SUP
  • una borsa per il trasporto
  • un kit per le riparazioni
  • una pompa per il gonfiaggio

insomma, tutto quello che ti serve. Considera che questa tavola riesce a sostenere un carico massimo di 120 chili. Quando parliamo di carico massimo parliamo del peso del surfista, più eventuali accessori del SUP, quali una vela, più eventuali oggetti che potresti portare a bordo. Esempi potrebbero essere una canna da pesca, una borraccia, un secchio per la pesca o altro.

La tavola, gonfiata, pesa 8 chili, ed è lunga 3 metri, per un’ampiezza di 75 cm ed uno spessore di 10 cm. Si tratta di un SUP robusto, grazie alla struttura interna a doppia parete ed a nido d’ape. E’ dotato di una pinna centrale a scorrimento, e di due pinne laterali, che ti permettono una buona manovrabilità. Le istruzioni di questo SUP sono in inglese, ma sono corredate da molte foto, quindi capirle è facilissimo. Lo Aqua Marina Breeze è un SUP relativamente più costoso di alti, ma si tratta di una tavola gonfiabile di ottima fattura, che potrai usare per molte estati.

Leggi la nostra guida ai 3 migliori SUP di Aqua Marina.


4. Bestway Wave Edge

Il Bestway Wave Edge è un SUP gonfiabile che all’occorrenza può essere trasformato anche in kayak. Si tratta di una tavola relativamente pesante, con i suoi 12 chili, il che consente una buona stabilità. La stabilità di questo modello è ulteriormente aumentata dalle due pinne laterali e dalla pinna centrale, che fendono l’acqua durante la pagaiata, rispondendo benissimo ai cambi direzionali.

A differenza di altri modelli, il Bestway Wave Edge è dotato di una valvola per il gonfiaggio e lo sgonfiaggio rapido, e di una superficie antiscivolo. Il robusto anello di traino in acciaio ti consente di entrare ed uscire dall’acqua con comodità. Il SUP è anche dotato di una maniglia per il trasporto. Si tratta di un dettaglio importante, che ti permette di non trascinare la tavola sulla sabbia. In definitiva, per quanto robusto, qualsiasi SUP gonfiabile, se viene a contatto con pezzi di vetro o sassi appuntiti si taglia.

Il Bestway Wave Edge ha una portata sufficiente per un solo adulto. Per trasformarlo in un kayak, dopo il gonfiaggio basta montare il sedile e la pagaia. Ovviamente, data la struttura, si tratta di un kayak dalla forma piatta. Un design molto anticonvenzionale, ma che ha il grosso vantaggio di non fare imbarcare acqua. Nella confezione trovi:

  • il SUP
  • un sedile rimovibile
  • le alette
  • una borsa per il trasporto
  • una pagaia in alluminio lunga 2,10 metri
  • un kit per le piccole riparazioni
  • un manometro
  • una pompa di gonfiaggio

Adesso, forse qualche kayakista abituato a pagaiare con modelli di kayak di alta fattura starà storcendo il naso. Però secondo noi il Bestway Wave Edge è ideale per chiunque voglia divertirsi con un prodotto molto versatile.


5. SUP Gonfiabile iRocker

Realizzando questo SUP gonfiabile, iRocker ha puntato a creare un prodotto di eccezionale robustezza. Il perché è chiaro: tutti i materiali gonfiabili non resistono alle superfici taglienti. Quindi la robustezza è importante.

Il SUP gonfiabile iRocker è realizzato interamente in PVC. La differenza, però, è che in questo caso la struttura interna è a triplo strato di materiale, ed è spessa 15 cm, contro i circa 10 cm di tutte le altre tavole SUP. Quindi abbiamo non solo un galleggiamento migliore, ma anche più stabilità. Poi, il pad è realizzato in EVA con rilievi antiscivolo.

Il montaggio dello iRocker non pone particolari difficoltà, ma se vuoi essere certo al 100% di montarlo nel modo giusto, il nostro consiglio è di guardare questo video. Il video è in inglese, ma capire come preparare lo iRocker alle uscite in acqua è facile:

La tavola è lunga 3 metri, larga 76 cm, e spessa 15. Da chiuso, le dimensioni del SUP iRocker sono di 83 cm di larghezza circa. Quindi si tratta di una tavola che puoi riporre comodamente in cantina, in garage, o anche in un armadio ampio. Nella confezione trovi:

  • il SUP
  • una pagaia in alluminio regolabile, dai 160 ai 215 cm
  • una pompa manuale a doppia azione con manometro integrato
  • una borsa con tracolla regolabile


6. SUP Gonfiabile Zray

Con il modello Zray abbiamo un SUP gonfiabile ideale per lunghe escursioni, e per lunghe distanze. Questa tavola infatti è costruita in robustissimo PVC, con tecnologia Drop-Stitch. Si tratta di una tecnologia particolare, dove i filamenti del materiale che compone la tavola sono molto densi, in modo da rendere il SUP praticamente indeformabile.

Si tratta di una caratteristica non da poco, che rende lo Zray adatto sia ai semplici appassionati che agli esperti. La stabilità a bordo dello Zray è garantita dalla copertura in EVA antiscivolo. La tavola da SUP è lunga 3 metri, ed ampia 76 centimetri, in modo da assicurare una buona scorrevolezza e manovrabilità. Lo spessore di 15 centimetri anziché dei 10 centimetri convenzionali rende la tavola molto stabile. Come nel caso di tanti altri SUP gonfiabili, anche qui la confezione include:

  • il SUP
  • una pagaia
  • un comodo zaino per il trasporto
  • una pompa per il gonfiaggio

Sulla parte anteriore della tavola trovi una corda elastica ad incrocio, per il trasporto dei piccoli oggetti. Grazie ai suoi innovativi materiali ed alle valvole ad alta pressione, il SUP gonfiabile Zray è altamente performante e rigido, e tiene benissimo anche all’uso più intensivo. Questa tavola è consigliata non solo agli esperti, ma a chiunque stia cercando un prodotto di elevata qualità.


7. RRD Airwave

Se non hai mai provato il SUP, e pensi che un SUP gonfiabile in realtà sia un prodotto di basso livello qualitativo, più simile ad un canotto che ad una tavola da surf, beh, guardando il prezzo dello RRD Airwave forse potresti ricrederti.

Abbiamo un SUP gonfiabile di fascia alta, anzi, due SUP gonfiabili. Perché lo Airwave è venduto in coppia – proprio per accontentare chi vuole fare uscite in due. Si tratta di due tavole progettate per chi vuole cavalcare le onde nel modo migliore.

Si tratta di tavole facilissime da manovrare, grazie al design rotondo della parte anteriore, che migliora di molto la stabilità del SUP. Se guardi le foto di questo modello, noti come sia leggermente più stretto degli altri. Si tratta di una scelta di design, pensata per rendere lo RRD Airwave adatto anche al surfing. Infatti, la minore larghezza della tavola consente una tenuta dlela pinna direzionale più salda, e ti permette di seguire virate in ogni direzione.

Rispetto alle altre tavole gonfiabili lo RRD Airwave è molto più rigido, grazie al rivestimento della tavola con il materiale Sandwich Dyneema. Infine, il bordo in PVC di questo modello, che trovi sia sulla coda che sui lati, migliorano di molto la planata.

Si tratta di un prodotto versatile, consigliato a chi si diverte ad andare in SUP, ma ad un certo punto, stanco di pagaiare, vuole provare a planare sulle onde.


8. SUP Orka

Per chiudere in bellezza questa panoramica sui migliori SUP gonfiabili, abbiamo pensato di presentarti il modello Orka. Tutti i SUP che hai visto finora sono pensati per una persona. La differenza del modello Orka è una: si tratta di un SUP che riesce a trasportare fino ad un massimo di otto persone.

Il SUP gonfiabile Orka infatti è lungo 4,87 metri, largo 1,51 metri, ed alto 20 cm. Queste dimensioni sono necessarie a consentire a tutti i “passeggeri” di stare a bordo del SUP, anche se un po’ strettini.

Nella confezione trovi quattro sedili da kayak, che ti permettono di trasformare la tavola da SUP in un natante con cui fare uscite in gruppo. Diversamente, via i sedili e tutti sul SUP! Chiaramente non si tratta di un SUP con cui fare fitness o cavalcare le onde, ma di un tavola che ha usi ben precisi:

  • le uscite ludiche in famiglia o tra amici
  • il noleggio in strutture turistiche. Se ad esempio possiedi un noleggio di kayak rigidi, puoi aggiungere questo SUP al tuo parco kayak: il SUP è meno faticoso da usare, e quindi riesci a noleggiarlo molto più facilmente del kayak
  • il team building aziendale. Metti tutti i tuoi dipendenti sul SUP, e dopo un po’ otterrai uno spirito di unità ed una motivazione eccezionali.

Ovviamente, un mega-SUP ad otto posti ha un suo prezzo, ma se fai un confronto tra il costo dello Orka e gli altri SUP, ti rendi conto che acquistare questo modello costerà molto di meno che otto SUP “monoposto”.


Come Scegliere il SUP Gonfiabile Giusto Per Te

Se ci stai leggendo fino a questo punto, probabilmente hai già compreso che il SUP gonfiabile è la tavola SUP migliore per le tue esigenze. E non dobbiamo spiegarti neanche il perché: riporre una tavola da SUP rigida richiede spazio. Se usi il SUP in maniera competitiva, forse hai già montato un attacco per il SUP alla parete o anche al soffitto della cantina o del garage. Ma che dire se usi la tavola in modo saltuario, per divertirti al mare o anche al lago? In questo caso il SUP gonfiabile è perfetto, poiché puoi riporlo in pochissimo spazio.

Poi, il SUP gonfiabile è anche molto più facile da trasportare dei modelli rigidi: basta infilarla nello zaino, e portarla con sé o anche metterla in macchina. Se veniamo all’uso del SUP in acqua, la tavola gonfiabile è più leggera e più facile da manovrare. Vi è poi il lato delle cadute: chiunque sale su una tavola prima o poi cade in acqua. Se cadi direttamente in mare o in lago la massima parte delle volte non succede nulla. Ma se durante la caduta sbatti contro la tavola, beh, il SUP gonfiabile è più morbido, e quindi hai un impatto più facile da sostenere.

Ma veniamo a come scegliere il SUP. Prima di acquistare un modello che ti piace, devi fare due considerazioni:

  • la prima considerazione riguarda le tue caratteristiche fisiche
  • la seconda considerazione riguarda il modo in cui userai il SUP

Parliamo prima delle caratteristiche fisiche. Le due caratteristiche principali sono il tuo peso corporeo ed il tuo livello di fitness. Il peso corporeo non pone problemi, è un dato molto facile da calcolare. Questo dato però ti serve per comprendere quale tavola scegliere. Non tutte le tavole da SUP sono uguali. Ogni tavola ha un volume diverso, che riesce a reggere un peso diverso.

Per capire se il SUP che hai adocchiato ha il volume giusto, devi svolgere questa operazione

Perso corporeo in kg * guild factor

e qui entra in gioco la seconda caratteristica: il livello di fitness. Il guild factor infatti è un parametro che tiene conto della tua preparazione atletica. Il valore da usare nella moltiplicazione è il seguente:

  • 1,3 per un livello di fitness da esperti
  • 1,7 per un livello di fitness normale
  • 2 per un livello di fitness da principianti

Facciamo un esempio: se pesi 100 chili ed hai un livello di fitness da esperto, il volume andrà calcolato così:

100 chili * 1,3 = 130

Quindi sceglierai un SUP dal volume di 130 litri.

Ma come comprendere quale è il tuo livello di fitness? Molti sono tentati di scegliere subito il livello “normale” o “esperti”, con il risultato che quando mettono la tavola in acqua la trovano troppo difficile da manovrare. Ecco alcuni consigli per capire quale livello devi scegliere per calcolare il volume del SUP migliore per te:

  • se svolgi attività fisica occasionale, ad esempio solo quando vai in vacanza, scegli il livello 2
  • se svolgi attività aerobiche ad alta intensità in modo regolare, per tre volte alla settimana, scegli il livello 1,7. Per intenderci: scegli questo livello se per almeno tre ore alla settimana fai uno sport che porta il cuore fino a 160 battiti, e riesci a reggere questo ritmo per un’ora alla volta, senza problemi
  • se svolgi attività aerobiche ad alta intensità per più di tre volte la settimana, scegli il livello 1,2

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Leave a Response